mercoledì 13 luglio 2011

Scolapasta in testa sulla foto della patente L'Austria dà il permesso al pastafariano

LO SCOLAPASTA - Il protagonista della vicenda è un imprenditore e ateista convinto, Niko Alm. Tre anni fa il giovane austriaco aveva presentato la relativa istanza, che ora ha avuto l’ok (inaspettato) dai funzionari dell’ufficio trasporti della Bundespolizeidirektion di Vienna. Se viene accettato il copricapo tenuto per motivi religiosi sulle fototessere di documenti d’identità, di guida e passaporti - la motivazione di Alm - allora perchè non può valere lo stesso principio per i pastafariani, gli «adepti» del pastafarianesimo. La foto con lo scolapasta in testa è stata scattata dallo stesso Alm che a suo tempo l’aveva consegnata personalmente ad un funzionario dell’ufficio competente. «Anche in quel momento avevo lo scolapasta in testa, il funzionario non ha reagito, non ha detto nulla», ha spiegato il pastafariano austriaco al giornale Der Standard.

Qui il resto dell'articolo.

2 commenti:

  1. Per forza che il funzionario non ha reagito e non ha detto nulla di fronte alla foto con lo scolapasta: perchè reagire di fronte ad un sacrosanto e normalissimo copricapo-scolapasta? Sono tutti gli altri pazzi e blasfemi...!

    RispondiElimina